La rivista GQ, il mensile dedicato al sesso forte – ma la cui compilazione è molto simile ad un magazine diretto ad un target femminile – ogni anno elegge un volto pubblico, proclamandolo come il personaggio maschile con il più alto indice di gradimento e, per questa ragione, l’elezione avviene seguendo una valutazione che non si riferisce mai uno stereotipo fisso, né si basa su canoni specifici.

Il set fotografico per allestire il servizio in grado di celebrare adeguatamente il “reginetto di GQ”, è stato provvisto di eleganti ed avvolgenti sedute rivestite di velluto, già occupate da affascinati modelle coperte di pochi centimetri di stoffa, che hanno accolto il soggetto degli scatti d’autore.

L’uomo in questione è  Peter Dinklage, l’interprete della serie televisiva americana “c”, nella quale all’attore, affetto da una forma di nanismo, viene affidata la parte dello sciupafemmine, particolarmente dotato anche per le facoltà legate all’intelletto ed alla perspicacia.

Nel 2011 è stato premiato con un Emmy per la sua partecipazione secondaria alla fiction, nella quale dà volto e voce al personaggio di Tyrion Lannister, messo all’angolo dalla famiglia del re e della regina a causa del suo aspetto, motivo che gli donerà l’arguzia necessaria a destreggiarsi con particolare acume tra gli intrighi di palazzo ed a conquistare molte donne bellissime.