La prima puntata di “Tu sì que vales” è stata segnata dalla commozione grazie al piccolo Devis Masini. Dopo la sua prova il ballerino prodigio, che ha stupito tutti con un’esibizione tecnicamente perfetta, è infatti scoppiato in lacrime ricordando il padre scomparso qualche tempo fa. Un pianto più che legittimo quello del bimbo di appena dodici anni, che però qualche utente web ha interpretato in maniera negativa, ricollegandolo solo ad una mera logica televisiva che punta a guadagnare share puntando sull’esibizione del dolore altrui:

“Il mondo televisivo è fatto di persone senza un cuore, per loro il profitto economico viene prima di tutto. poi per aumentare i ascolti non badano a spese. piangere in diretta è logico fa aumentare i ascolti“.

Devis, interpellato direttamente sul suo profilo Facebook, ha voluto rispondere in prima persona, difendendo la spontaneità delle sue lacrime:

“Io per mio papà che non c’è l’ho piu da tre anni piango sempre…se piango fuori del tv nella vita privata è normale ..perché mi sono commosso in TV chi sa che è successo prendete sempre come approfitto…io ne anche non aspettavo quella domanda…e se mi domandano in qualsiasi momento io piangero sempre… per me è stato un momento bellissimo e spero che non avrò bisogno di una mano come dici tu..voglio andare avanti con la mia bravura, mia madre mi ha insegnato così..devo andare davanti in questa strada con le mie forze..ed essere UMILE..e mi ha fatto piacere che ho dato questi emozioni a tutta Italia..senza molte parole perché io nn parlo tanto ma ballo e voglio che esprimo con ballo i miei sentimenti i miei emozioni….e questo mi fa molto piacere che si è arrivato sl pubblico..grazie”.

A sostegno della sua tesi il piccolo ballerino ha, così, voluto ricordare gli abbracci spontanei ricevuti da tutti anche dietro le quinte, a telecamere ormai spente:

“Ti dico anche una cosa..quando abbiamo registrato e sono uscito dietro le quinte ho visto piangendo tutto lo staff dietro le quinte…Belen che mi stringeva e nn mi lasciava..anche quelli personaggi che dici tu…nella pausa sono venuti dietro le quinte per farmi ancora i complimenti..e questo mi ha emozionato e contento nello stesso momento.. tu nn immagini che emozioni che sono stati soprattutto li dietro le quinte”.