Esce oggi, 26 marzo, in contemporanea mondiale “Delta Machine”, il 13esimo album dei Depeche Mode. Tredici tracce per poco meno di un’ora di musica, questo il risultato di questa nuova fatica del terzetto formato da Dave Gahan, Martin Gore e Andrew Fletcher.

Il gruppo torna dopo 4 anni dall’ultima pubblicazione (Columbia Records) con una sonorità più vicina al blues. Un cambio di rotta che il tastierista e chitarrista Martin Gore spiega così: “E’ stata una bella sfida, volevo che i brani avessero un sound molto moderno. Questo disco ha qualcosa di magico”.

Oltre che in versione standard, è disponibile anche in edizione deluxe, un doppio cd con 4 brani aggiuntivi e un libro con scatti firmati dall’artista Anton Corbijn (foto by InfoPhoto).

A breve inizierà un tour in tutto il mondo, che continuerà fino alla seconda metà del 2014. Le due tappe previste in Italia saranno a Roma e Milano il 18 e 20 luglio, dove ovviamente, oltre alle news, non mancheranno anche le storiche hit che hanno coronato la carriera della band originaria dell’Essex.

La voce della band, Dave Gahan, dice di questo nuovo disco: “abbiamo cambiato il nostro approccio alla scrittura. Ci piace ‘sporcare un po i brani, vogliamo che abbiano la nostra impronta”.

Quel che salta subito all’orecchio di questo nuovo “Delta Machine” è la capacità del gruppo, dopo trent’anni di carriera, di riuscire sempre a reinventarsi e senza annoiare mai.