Si sono tenuti ieri i David di Donatello che hanno assegnato i seguenti premi: il Miglior Film è “Ammore e malavita”, prodotto da Carlo Macchitella e Manetti Bros con Rai Cinema, per la regia dei Manetti Bros; Migliore Regia a Jonas Carpignano per “A Ciambra”. Il Miglior Regista esordiente è Donato Carrisi per “La ragazza nella nebbia”; il Miglior produttore è Luciano Stella e Maria Carolina Terzi per Mad Entertainment e Rai Cinema per “Gatta Cenerentola”.

La Miglior sceneggiatura originale va a Susanna Nicchiarelli per “Nico, 1988″; per la Migliore Sceneggiatura non originale a Fabio Grassadonia e Antonio Piazza per “Sicilian Ghost Story”.

C’è anche la Migliore Attrice protagonista, premio che va a Jasmine Trinca per “Fortunata”; Migliore Attore protagonista è Renato Carpentieri per “La Tenerezza”; Migliore Attrice non protagonista è Claudia Gerini per “Ammore e malavita”; Migliore Attore non protagonista è Giuliano Montaldo per “Tutto quello che vuoi”.

Il Migliore autore della fotografia è Gian Filippo Corticelli per “Napoli velata”; Migliore musicista è Pivio e Aldo De Scalzi per “Ammore e malavita”. Migliore scenografo è Ivana Gargiulo per “Napoli velata”, Migliore costumista (ex aequo) Daniela Salernitano per “Ammore e malavita” e Massimo Cantini Parrini per “Riccardo va all’inferno”. Miglior Truccatore a Marco Altieri per “Nico, 1988″; Miglior acconciatore per Daniela Altieri; Migliore montatore a Affonso Goncalves per “A Ciambra”.

Miglior Film Straniero a “Dunkirk” di Christopher Nolan; David Giovani a “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni; Miglior Documentario a “La lucida follia di Marco Ferreri” di Anselma Dell’Olio; Miglior cortometraggio a “Bismillah” di Alessandro Grande. David alla Carriera al grande Steven Spielberg.