Conosciute tutte le nomination dell’edizione 2013 del David di Donatello, si può passare a qualche considerazione: è indubbio che la vera sfida si terrà, con 13 candidature per entrambi i titoli, tra Diaz di Daniele Vicari e La migliore offerta di Giuseppe Tornatore.

12 possibilità di vittoria per Viva la libertà, di Roberto Andò, il cui protagonista è il leader della sinistra in piena crisi, e 11 per Educazione siberiana di Gabriele Salvatores, che ha ottenuto un ottimo successo di pubblico nelle sale italiane, e Reality di Matteo Garrone.

Quest’anno i 5 migliori registi in gara sono Bertolucci, per Io e te, pellicola tratta dal romanzo di Nicolò Ammaniti, Salvatores, Tornatore, Vicari e Garrone, il cui film, però, non risulta però in corsa per la categoria miglior film, dove si contenderanno il premio, oltre a Diaz e La migliore offerta , anche Educazione siberiana, Io e te e Viva la libertà. Anche la versione italiana degli Oscar ha i suoi grandi esclusi: quest’anno è il turno di Marco Bellocchio con il suo La bella addormentata.

Tra gli attori protagonisti candidati ci sono l’outsider Aniello Arena per Reality, il giovane Luca Marinelli, e grandi nomi come Sergio Castellitto, Roberto Herlitzka, Valerio Mastandrea e Toni Servillo. Tra le attrici protagoniste candidate ai David ci sono due giovani, Federica Victoria Caiozzo, interprete del film di Virzì Tutti i santi giorni, e Tea Falco, interprete del film di Bertolucci. Se la dovranno vedere con vere star come Valeria Bruni Tedeschi, Margherita Buy e Jasmine Trinca.

(Foto credit: InfoPhoto)