Chi non ricorda la bellissima icona degli anni ottanta Daryl Hannah nella sua interpretazione dell’infermiera letale con la benda all’occhio in Kill Bill, la fatica pluripremiata del regista Quentin Tarantino?

Ebbene la biondissima attrice è stata al centro di una vicenda molto curiosa negli ultimi giorni negli States.

L’attrice è stata infatti arrestata a Washington durante un sit-in di protesta davanti alla Casa Bianca contro la costruzione di un oleodotto tra il  Canada e il golfo degli Stati Uniti.

“Siamo qui oggi per dire no alla schiavitù, no alla tara, alle sabbie e no al piano dell’oleodotto Keystone”, ha dichiarato l’attrice secondo quanto riportato dalla CNN.

Prima che venisse arrestata Hannah aveva detto ai giornalisti della Associated Press che i manifestanti vogliono essere liberi dalla dipendenza dai combustibili fossili.

Il gruppo di protestanti infatti reclama investimenti nell’energia pulita e Hannah ha confessato che spera che il presidente Barack Obama non cederà alle lobby del petrolio.

Sarebbero circa 70 le persone arrestate insieme all’attrice trascinata via dalle forze dell’ordine per non aver rispettato l’imperativo di lasciare la zona della Casa Binca come la stessa polizia aveva ordinato di fare.