Dakota Fanning è una delle attrici più apprezzate e richieste di Holliwood nonostante al sua giovanissima età, ha appena 18 anni, in quanto può vanatre una lunga esperienza di recitazione alle spalle.

L’abbiamo vista al fianco di mostri sacri del cinema mondiale quando era ancora poco più di una bambina. È stata Lucy in “Mi chiamo Sam” (2002) al fianco di Sean Penn, nel 2004 ha interpretato Pita nel bellissimo film “Man on Fire: il fuoco della vendetta” con Denzel Washington e l’anno successivo era Rachel, la figlia di Tom Cruise nella “Guerra dei Mondi”.Negli ultimissimi tempi l’abbiamo vista interpretare Cassie Holmes sia nella prima che nella seconda puntata della saga di “Twilight”.

Adesso Dakota sta per approdare al suo primo anno di college New York University e come tutte le ragazze della sua età, ha grandi aspettative e sogni per questa esperienza, come racconta in un’intervista che apparirà sul prossimo numero di Cosmopolitan Italia.

Una grande emozione per l’avventura in una nuova città che magari le riserverà anche l’incontro del ragazzo che la farà finalmente innamorare

«Sai, sei in un bar, ti cade qualcosa dalle mani, lui te lo raccoglie, e parte il colpo di fulmine»

Ma Dakota è anche una ragazza che è dovuta crescere in fretta e che sa come va la vita:

«Fin da piccola ho sempre saputo chi fossi, non ho mai dovuto attraversare la fase della ricerca dell’identità».