E’ calda la stagione dei pilot e del lancio di nuove serie tv USA: oggi vi parlo di Da Vinci’s Demons della Starz, che dal 22 Aprile verrà trasmessa anche da Fox.

Secondo le stime, è uno dei migliori risultati di sempre per la Starz, da pochissimo orfana di Spartacus (qui trovate una lacrimevole recensione del finale di serie, stento ancora a riprendermi): Da Vinci’s Demons, attesissimo dai fan e anticipato da una sapiente campagna di marketing,  trainato dal successo dell’altra serie tv originale della rete (Spartacus, appunto) e dal nome dell’ideatore (David S. Goyer, già famoso per il suo ruolo nella trilogia de Il cavaliere oscuro), ha infatti attirato complessivamente  più di 2 milioni di spettatori.

Dopo Bates Motel e Hannibal, non potevo perdermi la premiere di questo show che racconta la vita di Leonardo da Vinci in modo del tutto non-convenzionale: ambientato a Firenze, Leonardo è un giovane pieno di ingegno, ma anche pensatore, architetto, pittore e ritrattista. Figlio illegittimo di un notaio illustre e per niente gradevole, presta i suoi servizi non solo a fini politici (lo vediamo infatti proporsi a Lorenzo de Medici come ingegnere di corte ufficiale per la costruzione di armi da guerra e di difesa) ma anche stimolato dalla sua innata curiosità: per i meccanismi che regolano il volo, per il corpo umano e anche per tutto quello che sembra essere assolutamente legato al mondo dell’occulto, del ricordo e della memoria.

Il Leonardo della Starz non è sicuramente torbido come Spartacus, ma ha in sè i mezzi per entrare nel cuore dei fan orfani del ribelle trace e dei suoi. Fin troppo  hipster, Leonardo, interpreto dal bel Tom Riley, se ne va in giro dentro un chiodo e i capelli da fighetto di quartiere per Firenze, rubando cuori di nobildonne e ninfette pronte a tutto pur di farsi ritrarre dalla sua mano, mettendosi in mezzo a risse da bar in nome di un principio o semplicemente solo per godersi una bella scazzottata. Irriverente e ironico, il giovane da Vinci della Starz ha un passato tormentato, un padre che lo odia, gli occhi del potere e del papato puntati addosso e un’insaziabile voglia di mettersi nei guai.

La Storia? Così come per gli altri show incentrati su fatti realmente accaduti (tipo Vikings di History Channel), meglio lasciarla perdere: nel momento in cui vi sembra di trovarvi davanti a qualcosa di accuratissimo, ecco che la sceneggiatura parte di voli pindarici.

Meglio quindi non aspettarsi niente di più che uno show godibile su un genio tutto italiano, la bella location rinascimentale, i torbidi intrighi delle stanze del potere: magari condito con un po’ di sesso e dei bei combattimenti a singolar tenzone in più Da Vinci’s Demons riuscirà ad entrare nei cuori degli spettatori della Starz.

La serie tv andrà in onda in anteprima italiana su Fox dal prossimo 22 Aprile, quasi in contemporanea USA: non perdetelo!

Scopri le nuove serie tv della stagione 2013:

Vikings recensione e trama

Bates Motel recensione e trama

Hannibal recensione e trama