Grande entusiasmo del selezionatissimo pubblico dell’anteprima mondiale dell’ultimo film di Woody AllenTo Rome With Love”, che uscirà nelle sale il 20 aprile.

Un red carpet nutrito di grandi volti che hanno pagato un salato biglietto per accedere all’anteprima del film, soldi che comunque andranno in beneficenza.

Il pubblico ha applaudito il film e tutto il cast, presente alla proiezione, primo tra tutti Roberto Benigni, che nella pellicola interpreta il ruolo di un uomo comune che improvvisamente si trova ad essere famoso e continuamente paparazzato senza sapere, però, il motivo.

Quattro storie che si incrociano, in un mix che unisce tutti gli stereotipi italiani con quelli americani, sullo sfondo della bellissima Roma, immortalata come mai prima attraverso la visione che ce ne ridà Allen.

Ed è giusto questo, secondo alcuni, che rimane del film. Infatti, se il pubblico ha dimostrato un forte apprezzamento per la pellicola, i critici non sono della stessa opinione. È Paolo Mereghetti del “Corriere della Sera” il primo ad avere commenti poco positivi sulla fatica italiana di Allen:

Al grande regista manca l’ispirazione. C’è troppo e troppo poco. Quattro episodi e niente di veramente travolgente, qualche buona battuta, ma non la scintilla della genialità.

Ancora meno generoso il “Messaggero”, che dalle sue colonne riporta l’idea di un film che avrebbe potuto ma alla fine non è riuscito, in cui le potenzialità c’erano tutte ma non hanno trovato una giusta via per esprimersi.