Dopo il grande successo del triplo CD “30 e poi… Parte Prima”, uscito lo scorso novembre 2012, e rimasto nella classifica ufficiale dei dischi più venduti in Italia per 8 settimane consecutive, Cristina D’Avena, torna con la seconda parte dell’album che corona i suoi 30 anni di carriera “30 e poi… Parte Seconda”.

Regina indiscussa delle sigle dei cartoni animati, ha accompagnato generazioni di bambini, con un percorso che vanta 700 canzoni incise, 5 Dischi di Platino, 1 Disco d’Oro ed un totale di oltre 6 milioni di copie vendute.

Icona della TV e della musica italiana Cristina D’Avena racconta a Leonardo.it  tutte le curiosità dell’attesissimo secondo capitolo del progetto discografico.

“30 e poi… Parte Seconda”: raccontaci tutte le novità di questa nuova uscita.

“Il nuovo album completa il progetto discografico “30 e poi…” inaugurato l’anno scorso per celebrare il 30° anniversario del mio debutto. La novità di quest’anno è che ci saranno un DVD, un CD e un Libro Fotografico.  All’interno del DVD ci sono tutte le trasmissioni più significative della mia carriera sin dal mio esordio nell’82, dalle partecipazioni come ospite musicale alle trasmissioni da conduttrice passando per le 8 serie di telefilm dove ero protagonista. Nel CD sono racchiuse una serie di canzoni inedite, mai pubblicate. Mentre nel Libro Fotografico sono presenti immagini storiche, ma anche rare o addirittura mai visti, anche con colleghi e collaboratori”.

Che cos’è cambiato da allora, dal tuo esordio, ad oggi nella musica per bambini?

“Io sono stata forse la prima a dare davvero importanza alla musica per bambini. La sigla dei cartoni animati era considerata musica di serie B all’inizio, ma col tempo ha acquistato sempre più spazio e forza all’interno del mercato, acquisendo credibilità e diventando un vero e proprio genere musicale che è durato poi nel tempo.  A testimoniarlo il fatto che ancora oggi sia musica di tendenza e che riesce a fare audience. Io volevo comunicare spensieratezza, allegria, gioia e attraverso i cartoni animati sono riuscita a farlo, sono riuscita a trasmettere tutto ciò”.

Raccontaci un aneddoto divertente della tua carriera.

“Una cosa davvero buffa sono stati quei bambini, di magari 8 o 9 anni, che mi dicevano di volermi sposare.  Sentirmi dire:  ”Cristina io ti voglio sposare, sono piccolo ma tu aspettami. L’ho già detto a mamma e papà” è stata una cosa che mi ha fatto davvero molta tenerezza e simpatia. Così come recentemente una ragazza che vedendomi nello stesso negozio dove stava acquistando il mio disco ha esclamato “non ci credo, non ci credo, sei proprio tu: questo è un sogno!”.

Se non avessi fatto la cantante cosa avresti fatto?

“Io volevo fare la neuropsichiatra infantile. Ho studiato medicina. Mi piace molto capire le persone, i loro comportamenti. Sono di fondo molto curiosa e mi piace trovare soluzioni che possano essere d’aiuto a qualcuno che si trova in difficoltà”.

Progetti per il futuro?

“Intanto un nuovo tour con i Gem Boy a partire dal 2014 e sicuramente nuove sigle. Mi piacerebbe se mi venisse proposto qualche programma visto che amo fare la televisione, ma nel frattempo mi concentro sugli spettacoli dal vivo che sono davvero adrenalina pura. Il resto si vedrà…”.

Guarda la gallery con le foto più belle della cantante: