Al talent show di Rai2 partecipa per farsi conoscere anche in Italia, dopo aver vissuto all’estero per molti anni.

Cristina Balestriere nasce ad Ischia 35 anni fa, una stupenda isola che non le permette di realizzare il suo sogno di cantare ma, soprattutto, di farsi conoscere al grande pubblico. I piccoli club offrivano poco per le sue ambizioni, così decide di intraprendere l’avventura di andare fuori.

Sceglie il nord, cioè Milano ma, per sua stessa ammissione, il capoluogo lombardo comincia a starle stretto, non senza aver bazzicato nei vari locali. Alla sua prima apparizione milanese, racconta Cristina Balestriere, ha provato la stessa emozione di una esibizione al Madison Square di New York.

La sua passione è la musica black e con la sua voce, come unico bagliaglio, Cristina Balestriere parte per Londra, dove rimane per quattro anni. Lascia il Regno Unito con destinazione New York. Decisa a farsi conoscere anche in Italia, torna a Milano, vuole vivere di musica e per questo resiste anche ai periodi di assoluta ristrettezza economica.

Si presenta così alle audizioni al buio di The voice Italia scegliendo’Right to be wrong’ di Joss Stone. A disposizione dei talentuosi c’erano solo novanta secondi per convincere i coach, Raffaella Carrà nota qualche stonatura, per Noemi ci sono alcune forzature nella sua voce quando punta al blues, Cocciante non si pronuncia. All’ultimo secondo pigia Piero Pelù che resta meravigliato quando la vede.

Leggermente oversize, Cristina Balestriere è il ritratto della salute, alle osservazione degli altri coach, Piero Pelù risponde a suo modo. Si alza e va ad abbracciarla, lasciando scivolare la mano impertinente sul suo florido lato B. Porta fortuna, esclama Raffaella Carrà.

Nella terza puntata di The voice Italia Live Show Cristina Balestriere canta in italiano, ‘In alto mare’ di Loredana Bertè. Ancora una volta è riuscita a dimostrare tutto il suo talento. Voce grintosa, forse meno arrabbiata della Bertè, comunque convincente. Passa il turno senza difficoltà alcuna.

Fra i più votati alla vittoria finale a The voice Italia c’è sicuramente qualche favorito, Elhaida Dani e Timothy Cavicchini sono in pole position.

Ma non bisogna sottovalutare le altre voci, come quella di Veronica De Simone, Manuel Foresta, il giovanissimo Mattia Lever, che ha già vinto Ti lascio una canzone, Lorenzo Campani. E ancora Giuseppe Scianna e Silvia Capasso.

In questi casi si può solo dire: vinca il migliore!