Quello che si terrà a Roma il 15 e il 16 settembre prossimi è un Festival internazionale di grande rilievo. Si chiama Corti and Cigarettes e sarà ospitato dall’Auditorium della Conciliazione, storica sede di un’altra importantissima kermesse: il Festival del Cinema di Roma.

Corti and Cigarettes, ideato da Annamaria Liguori, Nicola Liguori e Tommaso Ranchino, è un Festival giunto ormai alla sua quinta edizione. L’impegno di organizzatori e partecipanti è volto alla ricerca, alla diffusione e alla promozione di materiale proveniente da ogni parte del mondo. Per l’esattezza, il pane quotidiano del festival è il cortometraggio, in tutte le sue sfaccettature.

La due giorni romana prevede incontri con autori emergenti ed esponenti della critica cinematografica online, registi, attori e protagonisti del mondo dello spettacolo, nonché ovviamente proiezioni. Proiezioni che saranno suddivise come di consueto nelle due categorie principali: corti internazionali e corti sperimentali.

Sulla scia dello scorso anno, vi è inoltre una sezione dedicata agli artisti Med Short: sei pellicole selezionate dal curatore Alessandro Zoppo che gettano uno sguardo “differente” ai mondi più interessanti da scoprire.

Le sei pellicole in concorso sono: Today we hate the last cow, di Ana Percinlic (Croazia); My father is Bjorn Borg, di Eli Rodriguez (Spagna); On ne mourra pas, di Amal Kateb (Algeria/Francia); Schengen, di Annarita Zambrano (Francia); Jerry, di Kaan Mujdeci (Turchia) e Revolution of youth, di Emad Maher (Egitto)

Corti and Cigarettes prenderà inizio il 15 settembre alle 17 e 30. Domenica verranno invece presentati i lavori al pubblico.