Ieri sera le più grandi star del rock hanno incantano il Madison Square Garden di New York per aiutare le famiglie colpite dall’uragano Sandy.

A dare il via allo spettacolo è stato Bruce Springsteen che con “My City of Ruins”, scritta dopo gli attentati dell’11 settembre, ha rivolto una dedica a tutto il pubblico: “Stasera questa canzone rappresenta una preghiera per tutte le persone che lottano”.

A seguire i Rolling Stones con un Mick Jagger rockissimo, in camicia di seta bordeaux e pantalone nero attillato. Poi gli Who  ed Eric Clapton che ha incantato la platea con un assolo di chitarra acustica, prima di esibirsi nel classico “Crossroads”. E poi ancora Roger Water dei Pink Floyd e i Nirvana con Paul McCartney al posto di Kurt Cobain. Infine Bon Jovi che ha duettato in “Born to Run” con Spreengsteen, mentre sul maxi-schermo scorrevano le immagini delle popolazioni colpite dall’uragano.

Un concerto emozionante, uno straordinario evento benefico andato in sold out in pochi giorni e seguito in tutto il mondo da due miliardi di persone.

Presenti tra il pubblico Puff Daddy e Olivia Wilde (foto by InfoPhoto) e anche i governatori dello Stato di New York, Andrew Cuomo, e del New Jersey, Chris Christie. Dietro le quinte invece celebrità tra cui Susan Sarandon, Ben Stiller, Whoopy Goldberg, Katie Holmes, Quentin Tarantino e Chelsea Clinton, hanno raccolto donazioni per le vittime attraverso un’apposita linea telefonica.

Sembra siano stati raccolti oltre 30 milioni di dollari soltanto con la vendita dei biglietti, senza contare le donazioni effettuate durante la serata.

Il ricavato dell’esibizione va al “Robin Hood Relief Fund“, un fondo creato per aiutare le vittime di Sandy.