Come ogni anno, la Commissione Cinema deve decidere quali saranno i progetti che riceveranno i contributi dello Stato perché riconosciute come opere di interesse culturale.

I fondi vengono divisi tra opere prime e seconde e lungometraggi di registi già affermati.

A ricevere i finanziamenti quest’anno sono stati:

  • ”L’inquinamento” di Luigi Lo Cascio – 350 mila euro
  • ”L’ultimo terrestre” di Gian Alfonso Pacinotti – 200 mila euro
  • ”Baby blues” di Alina Marazzi  – 300 mila euro
  • ”Via Castellana Bandiera” di Emma Dante  – 300 mila
  • ”L’intervallo” di Leonardo Di Costanzo -  300 mila euro
  • ”La terra dei santi” di Fernando Muraca  – 300 mila euro
  • ”Itaker” di Antonino Trupia – 300 mila euro
  • ”I padroni di casa” di Edoardo Gabriellini – 250 mila euro
  • ”Transeurope Hotel” di Luigi Cinque  – 100 mila euro
  • ”La strada dei Samouni” di Stefano Savona – 100 mila euro

Queste le opere prime e seconde, per i lungometraggi abbiamo:

  • ”Dracula” di Dario Argento – 300 mila euro
  • ”Mi fido di te” di Luca Barbareschi – 500 mila euro
  • ”Morta di soap” di Antonietta De Lillo – 250 mila euro
  • ”Il giorno dopo…” di Ruggero Deodato – 350 mila euro
  • ”Nemesi (guai a turbare l’ordine dell’universo)” di Vittorio De Seta – 200 mila euro
  • ”Il comandante e la cicogna” di Silvio Soldini – 1.100.000 euro,
  • ”Sono un pirata sono un signore” di Eduardo Tartaglia  – 400 mila euro
  • ”Diaz” di Daniele Vicari – 400 mila euro

Senza finanziamento ma con il titolo di opera culturale:

  • Vedere nel buio” di Silvio Soldini