L’annuncio è arrivato direttamente dalla Leone Film Group, la società che si occupa di gestire l’eredità cinematografica lasciata dal grande regista, nonché casa di distribuzione e produzione: Stefano Sollima è al lavoro in qualità di showrunner per una miniserie tv nata da un’idea di Sergio Leone che si intitolerà Colt.

In un’intervista concessa a Variety Raffaela Leone ha spiegato che la pistola sarà la vera protagonista degli episodi, tutti collegati da uno sparo; il numero di episodi non è ancora stato confermato ufficialmente, per quanto si ritenga che possano essere sei o forse anche più.

Sollima, che si è occupato della seconda stagione di Gomorra – La serie ed è impegnato attualmente anche nella realizzazione della serie tv tratta da Suburra (primo prodotto originale italiano di Netflix), è indicato come regista dei primi due episodi e supervisore dell’intero progetto.

L’idea originale di Leone risale al 1987, quando insieme ai due compagni di scrittura Sergio Donati e Fulvio Morsella lavorò su un telefilm basato su un revolver Colt che di episodio in episodio passa da un personaggio all’altro. Personaggi della miniserie dovrebbero essere un gruppo di ragazzi che diventano dei fuorilegge nel Vecchio West, passando da normali adolescenti a ricercati.

La serie potrebbe essere girata negli Stati Uniti e sono già state avviate trattative con partner europei ed americani per la distribuzione televisiva dello show.

Sollima si sta occupando della sceneggiatura della miniserie con Luca Infascelli (Almost Blue, Into Paradiso) e Massimo Gaudioso (Tatanka, Il racconto dei racconti, Reality).