Clint Eastwood compie 85 anni. Nato a San Francisco, in California, in una famiglia protestante con origini irlandesi, scozzesi, olandesi e inglesi, figlio di Clinton Eastwood, operaio in una fabbrica di acciaio e di sua moglie Margareth Ruth, Clinton Jr., questo il suo vero nome, prima di approdare Hollywood decise di iscriversi a scuola per ottenere un diploma in musica. Durante la carriera d’attore, il suo amore per la musica si manifesterà in alcuni dei suoi più celebri film come “La ballata della città senza nome” e in “Bronco Billy”, dove interpreta, in duetto con Merle Haggard, il motivo “Bar Room Buddies”.

La svolta nella sua carriera avvenne nel 1964, mentre recitava in alcuni episodi di “Rawhide”. Clint Eastwood ricevette infatti la proposta di interpretare un western in Europa, intitolato “The Magnificent Stranger”, film che doveva essere finanziato da una produzione italo-tedesco-spagnola e girato in Spagna dal regista italiano Sergio Leone. Fu così che iniziò una lunga e solita collaborazione tra il regista romano e l’attore americano che insieme diedero vita alla Trilogia del dollaro, la saga cinematografica che comprende tre dei film più famosi di sempre: “Per un pugno di dollari“, “Per qualche dollaro in più“ del 1965 e “Il buono, il brutto, il cattivo“ del 1966.

La programmazione in tv per gli 85 anni di Clint Eastwood

Proprio nel giorno del suo compleanno, Iris, canale 22 del digitale terrestre, renderà omaggio a Clint Eastwood e lo farà ripercorrendone la sua strepitosa carriera cinematografica con una maratona, “Lo Spietato”, che inizierà ore 11.00 di domenica 31 maggio. La carrellata di sei film che vedono Eastwood alternarsi nel ruolo di interprete, regista e produttore, realizzati nell’arco di oltre 40 anni, si apre alle 11.00 con “Assassinio sull’Eiger“, pellicola del 1975 ritenuta dai fan del divo di Hollywood come una delle sue migliori performance attoriali.

Tra le altre proposte della maratona spicca quella della prima serata: il poliziesco del 1984 “Corda tesa“. “Tightrope”, questo il titolo originale, è un viaggio nella perversione e nel sadomaso, in cui buono (Eastwood) e cattivo (Marco St. John) si somigliano sin troppo. Celebre la scena finale, con il protagonista accanto alle rotaie e la mano recisa del serial killer ancora stretta intorno al suo collo. Alle 13.30 sarà la volta di “Flags of Our Fathers” del 2006, epico racconto della battaglia di Iwo Jima dal punto di vista dei marines statunitensi. Alle 16.15 tocca alla spy-story del 1982 “Firefox-Volpe di fuoco“, ispirata all’omonimo romanzo di Craig Thomas. “La recluta“, film del 1990, è in palinsesto alle 18.40: diretto da Eastwood, con Charlie Sheen e Sonia Braga, è un film spettacolare e violento, ma a tratti anche leggero e disincantato. Chiude la serata alle 23.20 il classico “Ispettore Callaghan: il caso “Scorpio” è tuo!!“. Diretto da Don Siegel nel 1971. Si tratta del primo film della serie dedicata a Dirty Harry, l’ispettore della polizia Harry Callahan interpretato da Eastwood. Pietra miliare del poliziesco, liberamente tratto da un fatto di cronaca che terrorizzò San Francisco alla fine degli anni Sessanta, Scorpio è in realtà il serial killer Zodiac, cui la polizia non è mai stata in grado di dare un volto.