Il presentatore televisivo Claudio Lippi ha ammesso di vivere con continui problemi economici, di non avere capitali da parte, macchine di lusso o barche. Una vita molto morigerata per lo showman, che recentemente ha anche avuto un malore prima dello spettacolo dell’ultimo dell’anno previsto sulle reti Rai.

Ricoverato d’urgenza, si è poi lentamente ripreso. A 70 anni suonati Claudio Lippi spiega con estrema lucidità e spensieratezza quello che è successo e il suo regime di vita attuale: “Se avessi sfogato il dolore un po’ per volta, forse non sarei arrivato dove sono arrivato – le sue parole a Domenica Livequello che ho avuto non è stata colpa del freddo ma di ciò che sto accumulando da 10 anni a questa parte”.

La colpa del malore, dunque, sarebbe da attribuire anche allo stato attuale della sua esistenza, tra il non aver mai messo via dei soldi e l’aver continui problemi economici: “L’errore è stato aver dato fiducia a persone che hanno gestito la mia attività, molti anni fa, e che l’hanno tradita – ha proseguito ancora Claudio Lippil’ingenuità e la buona fede non sempre ripagano”.

Poi prosegue nel suo mea culpa: “Dieci anni fa, istintivamente, lasciai un programma in cui non mi sentivo adeguato – il riferimento a Buona Domenica è chiaro – con questo gesto, salvaguardai la mia dignità professionale. Da quel momento in poi, si sono accumulate molte problematiche”.

Da lì occasioni di lavoro che si sono ridotte, cosa che l’ha portato ad avere gravi problemi economici: “Chi è senza lavoro ha più difficoltà di me, ma molti pensano che io abbia molti capitali o immobili. Invece non ho una casa, non ho macchine di lusso, non ho barche, non ho niente e lo dico con serenità”.

Poi, tirando in ballo un presunto “tradimento”, Claudio Lippi non ha voluto chiarire chi sia stato il Giuda: “Avendo subito un tradimento mi sono trovato in una situazione che non immaginavo – ha concluso – da allora vivo con lo spettro di non poter vivere non in ricchezza ma in dignità. Non sto cercando pietà. Ma il dolore se non lo scarichi mai, ti fa stare male. Ma quest’ultima cosa che mi è successa mi ha dato molta energia. L’appello è: non mollate mai”.