Dopo anni dalla sua esperienza come tronista di “Uomini e Donne”, Claudia Montanarini continua a far parlare di sé purtroppo sempre per sventure legali. Qualche mese fa già ne aveva passate di tutti i colori dopo la condanna per stalking nei confronti della compagna del suo ex marito Daniele Pulcini, ma sembra che i guai con la giustizia non siano finiti.

A riportare la notizia è “Il Messaggero” che parla di un ennesimo possibile processo a causa degli insulti e delle bestemmie che la donna avrebbe lanciato contro l’ex consorte in presenza dei tre figli minori. Tutto sarebbe cominciato a giugno del 2015, cioè quando l’imprenditore Pulcini finì agli arresti domiciliari nell’ambito della seconda retata inerente a Mafia Capitale. Da quel momento in poi la Montanarini cominciò a lanciare davanti ai suoi bambini qualsiasi tipo di invettiva contro l’ex marito, accusandolo di non pagare le utenze di casa e di non provvedere al loro mantenimento. La donna è accusata di aver sottoposto i figli a violenze psicologiche collegate al rancore che covava nei confronti di Pulcini, anche se successivamente la condanna dell’uomo fu annullata dalla Cassazione. I toni utilizzati dalla donna sono stati definitivi ‘spregiudicati‘ dal pm e, così, adesso la showgirl potrebbe rischiare grosso e forse dovrà presentarsi nuovamente in tribunale a fare i conti con la giustizia.