La più importante attrice italiana degli anni sessanta, Claudia Cardinale, ha rilasciato in questi giorni una dichiarazione alla stampa in cui annuncia la volontà di girar un film nei prossimi mesi nel sud dell’Italia.

Si tratterà di una produzione inglese, un’opera  prima le cui riprese tuttavia non avranno inizio prima della fine dell’anno per via de fatto che la Cardinale si trova impegnata sul set di un film ambientato in Francia.

L’attrice si è ormai da molto tempo stabilita in Francia e si dedica negli ultimi anni esclusivamente a opere prime di registi esordienti; gli ultimi film che ha girato erano girati in Tunisia, sua terra natale.

Claudia Cardinale viaggia molto, negli ultimi anni è stata a Atene, a Mosca, in Colorado.

Raccolgie premi ovunque, ne ritirerà uno alla carriera anche a Locarno. L’attrice ha  detto però di sentirsi profondamente italiana nonostante il pubblico  francese provino a trasformare il suo cognome togliendo la “e”.

La Cardinale, lo ricordiamo, è stata una delle attrici più apprezzate a livello internazionale negli anni sessanta.

Si ricordano in particolare le sue interpretazioni per Visconti (Il Gattopardo, Vaghe stelle dell’Orsa), Fellini (8½), Bolognini (Il bell’Antonio, La viaccia, Senilità), Zurlini (La ragazza con la valigia), Comencini (La ragazza di Bube), Sergio Leone (C’era una volta il West), Luigi Magni (Nell’anno del Signore) e Damiano Damiani (Il giorno della civetta).