Manca ormai pochissimo alla prima del film di Cinquanta sfumature di grigio, probabilmente la trasposizione letteraria più attesa degli ultimi anni.

Aspettando il 12 febbraio, data di uscita ufficiale della pellicola della Universal Pictures diretta da Sam Taylor-Johnson e interpretata da Dakota Johnson e Jamie Dornan, ecco alcune informazioni importanti e curiosità che ogni fan che si rispetti dovrebbe conoscere.

1- Non tutti sanno che inizialmente il primo volume della trilogia scritta da E. L. James è nato come fan fiction dell’allora più nota saga di Twilight. La struttura narrativa di Cinquanta sfumature di grigio è in effetti molto simile: una ragazza innocente che viene attratta nella “tana” di un lupo, e che scopre un mondo a lei del tutto ignoto. Per quanto ci siano alcune somiglianze, tra cui la stessa ossessione per il lusso sfrenato, Anastasia e Bella sono due protagoniste molto diverse, anche solo per il differente rapporto verso il sesso.

2- Pare che Dakota Johnson, che nel film interpreta proprio la giovane Steele, non possa parlare liberamente del suo ruolo a casa, nonostante faccia parte di una famiglia di attori: la madre Melanie Griffith e il padre Don Johnson affermano di non volere mettere in imbarazzo la figlia e hanno confessato di non voler osservare su grande schermo la figlia mentre si sottopone a certe pratiche, anche se per finta.

3- Incidenti sul set: Dakota una volta ha accusato un brutto colpo di frusta dopo che il partner l’ha gettata con foga sul letto, mentre un’altra volta le è crollato il set addosso dopo essersi nascosta per scherzo in un mobile.

4- Durante la lavorazione è stata necessaria la presenza quotidiano di un consulente per le pratiche sadomaso, che ha più volte corretto Dornan nelle scene più calde, per quanto questi abbia frequentato l’ambiente per calarsi nella parte. Ogni sequenza estrema è stata però filmata alla sola presenza degli attori, e per aumentare l’effetto di sorpresa di Dakota le è stata mostrata la “sala del piacere” solo dopo tre mesi dall’inizio delle riprese.

5- Nonostante Jamie Dornan sia stato molto delicato, tanto da coprirla con un lenzuolo alla fine di ogni ciak, e abbia studiato tutti i nodi, i legacci e il funzionamento di fruste e frustini Dakota ha confidato che qualche volta le ha fatto piuttosto male, e si è portata qualche livido a casa. Tra gli ulteriori sacrifici imposti alla giovane attrice c’è anche un numero smisurato di cerette, quelle sì davvero dolorose…