Si chiama Cinema in note la rassegna cinematografica che prenderà il via domani 2 ottobre nella Sala Wenders del Goethe-Institut di Palermo e si protrarrà nello stesso luogo sino al 18 dicembre prossimo.Un appuntamento a settimana dedicato agli amanti del cinema muto tedesco (con pellicole in versione restaurata e sottotitolate in italiano), con proiezioni accompagnate dalle musiche originali eseguite dal vivo.

Per l’occasione Heidi Sciacchitano, direttrice del Goethe Institut Palermo, ha scelto 12 film che si configurano come monumenti alle origini della cinematografia, e che risalgono al periodo che va dal 1919 al 1929. I film sono di natura espressionista e non solo. Gli autori? Grossi nomi del calibro di Murnau, Lang, Pabst, Wiene, Wegener, Leni e May. I film? Citiamone alcuni: Metropolis, Nosferatu, Il Golem, Faust, L’ultima risata.

Le musiche originali saranno interpretate da Lelio Giannetto e da Curva minore Ensemble. Sul palco si esibiranno anche La Banda di Palermo, l’Ensemble Darshan, il Kontakté trio, la Forsqueak band il trio guidato dal chitarrista Francesco Guaiana con Luca Lo Bianco e Simone Sfameli o il quartetto composto da Maurizio Maiorana, Giorgio Occhipinti, Giuseppe Guarrella e Piero La Rocca.

I musicisti scelti per l’occasione provengono dal jazz, dalla musica classica, dalla musica contemporanea, dall’elettronica e dall’etno-pop.

Musica e arte cinematografica visionaria si incontrano dunque a Palermo. Tutto vero, tutto dal vivo, senza effetti speciali.