Sono finiti i tempi in cui l’estate scarseggiava di buoni film nelle sale, il week end che ci attende sul grande schermo lo conferma. Basta pensare ai  titoli in cartellone in questo fine settimana : At the end of the day e Bitch Slap.

Partiamo dall’ultimo “Bitch Slap”, un appuntamento imperdibile per i fan dei così detti b-movie, film di secondo ordine dai quali prende ispirazione palesemente Quentin Tarantino.

E proprio a quest’ultimo si ispira questa pellicola, firmata da Rick Jacobson con al centro della scena tre ragazze prorompenti.

Trixie, Camero ed Hel arrivano nel bel mezzo del deserto (guidando una macchina d’epoca) in cerca di un particolare “tesoro” sepolto vicino a una roulotte, che dovrebbe consistere in diamanti.

La prima è una spogliarellista che di sfacciato ha solo il fisico e il lavoro notturno, visto la sua ingenuità e il suo animo sensibile.

La seconda è praticamente l’opposto, tanto bella quanto spietata, è infatti una killer di professione e un corriere della droga.

Infine Hel è una ragazza che lavora per una grossa corporazione.

At the end of the day” non è il solito horror estivo, di solito diciamocelo pure deludente. Si tratta infatti di un progetto molto interessante: è il primo film del regista italiano Cosimo Alemà, fino ad ora specialista di video musicali (ne ha firmati oltre duecento!).

E’ curioso, dunque, vedere che per la sua prima esperienza con un lungometraggio Alemà ha scelto un film horror indipendente.

Quello che è certo è che Cosimo ha esperienza da vendere nel riuscire a “concentrare” emozioni, sensazioni e tutto ciò che occorre per catalizzare l’attenzione, abituato com’è a creare un videoclip dietro l’altro.