Christian de Sica ha deciso di lasciare il talent della Rai Tale e quale, dove faceva parte della giuria, per andare a dirigere per un mese Striscia la Notizia.

Salta dunque il pensiero del conduttore Carlo Conti e dei produttori di Tale e Quale, per i quali “Squadra che vince non si cambia”. Un pensiero rilanciato anche durante la conferenza stampa di presentazione dei palinsesti Rai, ma ecco che viene subito a mancare un qualcosa.

La lauta offerta di Striscia la Notizia

Perché, secondo quanto annunciato da Dagospia, Christian De Sica ha deciso di abbandonare il programma in modo improvviso, per accettare la corte di Antonio Ricci, produttore e papà di Striscia la notizia.

Il richiamo pare sia dato soprattutto da una lauta, consistente, offerta ricevuto da Canale 5: “Ah, cosa non si fa per i soldi – si legge sul sito di Roberto d’Agostino – Lo sa bene Christian De Sica che prima ha ceduto al richiamo della carne in gelatina, pubblicizzandone una nota marca, e poi ha deciso di far saltare le trattative ormai concluse per la prossima edizione di Tale e Quale Show. L’attore infatti ha lasciato il suo ruolo di giurato nel programma che, negli ultimi anni, lo ha aiutato a rispolverare la sua popolarità, dandogli nuovo lustro, per andare a sedere dietro un altro tavolo: la scrivania di Striscia La Notizia, accettando la “cospicua” – a quanto pare – offerta di Antonio Ricci”.

L’annuncio di Dagospia

Dagospia prosegue rincarando la dose: “Talmente cospicua, evidentemente, da fargli decidere di lasciare, dall’oggi al domani, senza alcun preavviso, non dando certo prova di professionalità, gli impegni già presi con la corazzata di Rai 1. Probabilmente la proposta di Ricci è stata di quelle a cui non si può dire di no… D’altronde, il patron del tg satirico ha messo mano al portafoglio e sta portando avanti la sua campagna acquisti per cercare di tener testa al competitor”.

Christian De Sica, futuro da Striscia

Che il futuro di Christian De Sica possa essere con Striscia La Notizia per un lungo periodo non è ancora certo. Il tg satirico più visto d’Italia lo ha chiamato alla luce, anche, delle recenti co-conduzioni che non hanno ottenuto grandissimo successo: Virginia Raffaele-Michelle Hunziker e Leonardo Pieraccioni-Maurizio Battista tra le altre.

Per ora quello che si sa è che De Sica rimarrà seduto sulla poltrona di Striscia per un mese.