E’ stata la volta del nonno Libero d’Italia al festival del cinema per ragazzi Giffoni che chiude in bellezza con la presenza di un gioviale Lino Banfi.

Quello che viene considerato uno dei migliori comici del dopoguerra italiano ha chiuso la 41esima edizione del festival.

In occasione della giornata di chiusura Manlio Castagna il direttore artistico della kermesse dedicata ai più giovani ha anticipato il tema della prossima edizione 2012 che sarà la felicità.

Quest’anno i numeri del Giffoni hanno parlato chiaro: 145, tra lungo e cortometraggi, selezionati tra 2.200 film; 3.300 giovani giurati, dai 3 ai 23 anni, provenienti da 51nazioni. Ed ancora sei anteprime nazionali, masterclass e tanti eventi speciali.

Obbiettivo per il 2012 è quello di confermare il successo di quest’anno.

E’ inoltre in arrivo una grande novità: Il prossimo marzo si svolgerà un’edizione del GFF a San Paolo del Brasile. Tra le tante novità, Giffoni Cruise, un festival itinerante in giro per il Mediterraneo a bordo di una nave da crociera, che a fine ottobre accoglierà ragazzi e famiglie.

Tra le anticipazioni annunciate da Lino Banfi in chiusura, la sua prossima partecipazione a “La delegazione”, un road-movie Fandango con Rubini, Scamarcio e Placido.

Ricordiamo i premi di questa edizione:  nella sezione Elements +10 vince “Totaly true love”di Anne Sewitsky, da quella Norvegia che proprio ora sta vivendo giorni da incubo.

Nnella fascia teenager di Generator+13 si aggiudica il primo posto “Ways to live forever” dello spagnolo Gustavo Ron, mentre per i giovani della sezione Generator+16 il miglior film e’ “Suicide Room” della regista polacca Sala Samobòjcòw e infine per Generator+18 la miglior pellicola e’ “Beautiful Boy” dell’americano Shawn Ku.

ll Gran Premio della Giuria, e’ stato assegnato dalla sezione Generator+16 alla coproduzione anglo-americana “Submarine” di Richard Ayoade, mentre nella categoria dei più piccoli Elements+3 spicca il cortometraggio d’animazione Tora Chan made in Italy.