In onda dal 1990 con il titolo di “Mi manda Lubrano”, dal nome dello storico conduttore che la

portò al successo, una delle prime trasmissioni a intervenire in maniera diretta in difesa dei diritti

dei cittadini.

Tre Telegatti nella sezione “Tv di qualità”, passato sotto la guida di Piero Marrazzo prima, poi di

Andrea Vianello fino alla recente conduzione di Edoardo Camurri, il format pare non abbia retto

alla concorrenza spietata del giovedì sera.

Tra un Santoro paladino del nuovo modo di fare televisione, Sky che cavalca l’onda dei talent show

con “X Factor, la novità-non novità di “Piazza Pulita” di Formigli su La7 e addirittura il colosso

“Don Matteo”, un altro pezzo di storia della tv cade sotto i colpi inesorabili dello share.

Il direttoredi rete, Antonio Di Bella, ha liquidato il programma con qualche ringraziamento e la rassicurazione che si stia

lavorando per offrire nuovi prodotti di qualità ad un pubblico le cui esigenze sono cambiate.

Pare che la terza rete fosse l’unica ad aver retto al declino che ha colpito la Tv di Stato

negli ultimi anni.

Dopo il divorzio dalla Dandini e la soppressione di Mi manda Rai Tre, attendiamo

di dare ragione al direttore e alle scelte dei vertici Rai.