La presenza di personaggi famosi dello showbusiness tra le aule dell’università non è certo una novità, da quando una decina di anni fa è iniziata la moda della lauree ad honorem distribuite per garantire all’ateneo un po’ di momentanea celebrità; tuttavia la chiamata di Chiara Ferragni ad Harvard sta facendo parecchio discutere il web.

La fashion blogger non riceverà l’alloro, anche in virtù della sua giovane età, ma il suo compito sarà forse ancora più prestigioso: tenere una lezione di marketing in uno dei templi della cultura contemporanea.

La Ferragni è stata infatti chiamata a Boston per una lectio magistralis nella quale rivelerà in che modo una ragazza qualunque con la passione per la moda è riuscita a diventare un’icona di stile e una influencer tra le più stimate al mondo, il tutto solo grazie all’ausilio del web.

Ad ascoltarla gli studenti MBA che seguono un corso di marketing organizzato da Harvard: nucleo dell’incontro sarà il racconto della gestione di un blog – il famosissimo The Blonde Salad - sia dal punto di vista tecnico che finanziario, con cenni anche alla linea editoriale e al coinvolgimento dei lettori. Al momento la piattaforma è gestita da un team di ben 24 persone che si occupano dei diversi aspetti.

In tutto Chiara Ferragni, che recentemente si è fidanzata con il cantante Fedez, conta 8 milioni di fan in tutto il mondo grazie alla sua linea di moda che ha generato un fatturato complessivo di 315 milioni di dollari ed è riuscita a sbarcare in oltre 300 punti vendita.

Naturalmente i social network si sono scatenati, con una pioggia di insulti ricaduti sulla fashion blogger, equamente divisi tra chi ne critica il senso estetico e chi sostiene che l’aula di un’università non sia il suo posto.