Da tempo ormai si cerca di svelare l’identità di Banksy, i cui murales sono stati disegnati in diverse parti del mondo. In molti hanno provato a dargli un’identità, sperando sempre di riuscire a svelare quella effettiva ma sembra che nessuno sia riuscito in questo intento. Almeno fino a questo momento.

Chi è Banksy? O meglio, chi si cela davvero dietro di lui? Secondo l’ipotesi più recente, quella della Queen Mary University di Londra, sarebbe il 34nne di Bristol Robin Gunningham ma oggi un’altra versione dei fatti sarebbe stata avvalorata dal giornalista Craig Williams. Secondo quest’ultimo infatti, dietro lo pseudonimo di Banksy si nasconderebbe niente meno che uno dei membri della band inglese dei Massive Attack. Più nel dettagli si tratterebbe di Robert 3D Del Naja, che insieme a Grant Daddy G Marshall avrebbe fondato il gruppo.

Come sarebbe riuscito Williams a capire che dietro Banksy si nasconderebbe proprio il membro dei Massive Attack? Secondo lui l’incredibile coincidenza tra i luoghi in cui sono state di volta in volte trovate le opere di Banksy e i luoghi in cui i Massive Attack hanno tenuto i loro concerti. Secondo il giornalista, infatti, negli ultimi dodici anni in almeno sei occasioni opere d’arte attribuite all’artista di murales sarebbero apparse o poco prima o poco dopo nei luoghi in cui i Massive Attack si sono esibiti in concerto.

Ad avvalorare questa tesi, sempre secondo il giornalista, il fatto che Del Naja, prima di diventare noto come musicista, fosse un famoso graffitaro e che in alcune interviste abbia dichiarato di essere amico dello stesso Banksy.