Inizia l’estate e, come tutti gli anni, c’è penuria di buoni film al cinema, che in questo momento propongono pellicole di poso spessore e spesso discutibili.

È il caso di “Chernobyl Diares – La mutazione”, che sarà nelle sale dal 29 giugno, horror movie nato da un’idea di Oren Peli e diretto da Bradley Parker.

Oren Peli è già noto per essere stato l’ideatore di un altro film del genere, “Paranormal Activity” e anche l’idea alla base di questa pellicola è grosso modo la stessa.

I protagonisti sono sei ragazzi americani che vogliono fare una vacanza fuori dalle righe e scelgono come destinazione del loro viaggio l’Est Europa. Dopo aver fatto visita a Kiev, dal fratello di uno di loro, sulla strada del ritorno decidono di fermarsi a Prypiat, la città dove vivevano la maggior parte degli operai della centrale nucleare di Cernobyl, una delle città che ha subito i peggiori danni dall’esplosione della centrale.

La città, che dovrebbe essere completamente disabitata, nasconde invece dei terribili segreti e i ragazzi si troveranno a dover fronteggiare delle misteriose presenze.

Il caste di “Cernobyl – La mutazione” molti attori alla prima esperienza cinematografica, tra i quali spicca Jesse McCartney, noto al pubblico adolescente come cantante e attore di Disney Channel.