Checco Zalone uber alles! Il comico barese ha spiazzato tutti con un incasso da record in soli 4 giorni di proiezione: 18,6 milioni di euro per il suo primo weekend nelle sale cinematografiche con Sole a catinelle che sbanca così il botteghino, soddisfando le aspettative di tanti italiani e, soprattutto, del suo produttore.

Più che ottima anche la media per schermo del film diretto da Gennaro Nunziante: 16.598 spettatori per 1.100 sale; il film, inoltre, ha trainato gli incassi, facendo segnare +209% rispetto a una settimana fa. E mentre il buon Luca Medici si gode il suo successo, gli italiani si dividono tra pro e contro l’umorismo semplice e molto meridionale dell’attore che ha spiazzato tutti con un triplo successo sperato, ma forse ancora una volta un po’ inaspettato.

Qualcuno critica la stupidità della trama, qualcun altro la bassa cultura dell’italiano medio che va al cinema solo per vedere “determinati generi di film”, altri ancora, coloro ancora capaci di sorridere, e di prendere la vita con leggerezza, soprattutto in momenti bui come questi, esultano per il successo di una comicità semplice, ma capace di far dimenticare per qualche ora i mille problemi che ci tormentano.


//