La puntata di Che Tempo Che Fa di ieri sera è stata la più calda della stagione, uno degli ospiti della serata è stato Renato Brunetta.

Il capogruppo PDL alla camera è stato ospite del programma e per la prima mezz’ora è stato intervistato da Fazio su politica, Berlusconi, giustizia e problemi del sistema Italia. La prima parte dell’intervista è stata alquanto asettica e asciutta anche se non sono mancate le interruzione di Brunetta che chiede la parola.

La tensione tra il conduttore e il politico sale quando si introducono le cifre prestate dallo stato ad Alitalia, infatti il prestito per il salvataggio della compagnia di bandiera è costato al sistema Italia circa 4,5 milioni di euro.

Brunetta prende la palla al balzo per arrivare allo scontro con il conduttore, paragonando proprio i 4,5 milioni di euro pagati dallo stato per salvare Alitalia ai 5 milioni di euro del contratto di Fazio con la tv di stato.

Fazio, da conduttore e giornalista navigato, si aspettava la frecciatina e lo inchioda dimostrando che Brunetta poco conosce i contratti della Rai che impongono ai conduttori il silenzio sul compenso. L’esponente del Pdl ribatte : “Sbagliato, si viola la legge dello stato sulla trasparenza”.

La discussione si sposta poi sul costo del programma che non si ripaga totalmente con la pubblicità.

Lo scontro è terminato senza risse come ci si aspetta da un programma come Che Tempo Che Fa, che non è Radio Belva. Sull’argomento è intervento anche Andrea Vianello, direttore di Rai3 su twitter :”Quei politici che vogliono scegliersi le domande, tanto sono poco abituati a trovarsele di fronte e tanto sono poco capaci a risponder bene.”

Se hai perso l’intervista ecco il video (qui)