Parlare di aspettative su un film il cui titolo allude proprio alle aspettative è quasi un paradosso. Soprattutto quando ci si trova dinanzi ad un cast di lusso come quello contemplato dal film di cui stiamo parlando.

Che cosa aspettarsi quando si aspetta è una pellicola girata da Kirk Jones. Più che nel ruolo del regista Jones si è calato nei panni dello chef al quale vengono dati un’infinità di ingredienti con il compito di cucinare un piatto prelibato. Gli ingredienti si chiamano Cameron Diaz, Jennifer Lopez e Rodrigo Santoro.

Kirk Jones, che per la cronaca è anche il regista di Svegliati Ned, Nanny McPhee e del remake americano di Stanno tutti bene con Robert De Niro, non deve avere però ottime doti in cucina. Il cast di stelle promette bene, ma il mix finale lascia a desiderare. Poca alchimia, poco sapore. Errori di mantecatura? Forse è la ricetta che non si addice: Che cosa aspettarsi quando si aspetta muove dal best seller omonimo ci Heidi Murkoff, il principale spunto per la sceneggiatura.

I personaggi però trasmettono un alone di superficialità, malgrado si parli di gravidanza e di altre problematiche affini. Un argomento serio, trattato in modo da far ridere il pubblico, ma con scarsi risultati.

Finisce che Jones mette in tavola un film con poco sale e molte apparenze, tanto da non stimolare la fame di aspettative degli spettatori.