Charles Aznavour canta da tutta la vita e, nonostante oggi compia 90 anni, non ha nessuna intenzione di smettere. Una passione che è diventata il fulcro della sua vita e che proprio questa sera sarà al centro della grande festa per il suo compleanno. Per l’occasione, infatti, Aznavour dà il via a un nuovo tour che inizierà a Berlino per far tappa durante l’estate a Francoforte, Londra, Varsavia, Barcellona e Roma, per proseguire poi a Mosca e Anversa in prossimo autunno.

“Diventerò centenario e canterò ancora” dichiara, l’istrione non ha nessuna paura di invecchiare. Colmo di aspettative e progetti per il futuro, il suo motto è “fai della tua vita un’avventura, sorprendi gli uomini e le donne intorno a te, con umiltà, gentilezza, semplicità”. Da sempre attento ai temi sociali e politici, Aznavour ha recentemente cantato davanti al presidente armano Serge Sarkissian e a François Hollande. Non ha nessuna intenzione di ritirarsi, almeno non per ora, e sottolinea che “sul palco se avrò bisogno di sedermi mi siederò. Ho sempre meno memoria al pubblico e dirò la verità: ci sarà uno schermo da qualche parte per aiutarmi con i testi” (leggi qui i testi delle sue canzoni).

Da sempre icona della musica francese, si autodefinisce un “artigiano”, vantandosi di camminare ancora senza bastone e di avere ancora una vista eccellente che non lo costringe a portare gli occhiali. Un artista che ha alle spalle una carriera incredibile durante la quale ha interpretato più di 800 canzoni, parla con ironia del suo compleanno dicendo che “le feste di compleanno sono una cosa per diciottenni. Quando fai 89 o 90 anni che differenza c’è? Per me è lo stesso: la sala da concerto era libera e io ho detto sì senza stare a pensare a compleanni o a cose del genere”.