“Cercasi un attore 15/18 anni nano o con altra disabilità che trasmetta tenerezza”.  È questo l’annuncio di un casting per una fiction Rai “Romanzo Famigliare” che ha scatenato una vera e propria bufera sui social.

A pubblicarlo, il profilo Facebook di Luana Velliscig, responsabile casting per la fiction di Rai 1 e che è stata prontamente licenziata.

La frase inopportuna “nano o con altra disabilità che trasmetta tenerezza” ha letteralmente (e giustamente) indignato gli utenti del social network con commenti al vetriolo tra i quali spicca quello di Gianluca Nicoletti giornalista e scrittore e papà di Tommy, 18enne autistico, che posta un video con il giovane che mostra un cartello con su scritto #tenerezzastocazzo: “Ecco, siamo noi – commenta Nicoletti nel video – ispiriamo tenerezza, guardate quanta tenerezza ispira questo ragazzo, guardate questa sua frase che tende a intenerire quanti potranno vederlo nel film…”.

Annuncio casting Rai Fiction

La regista di “Romanzo Famigliare” Francesca Archibugi si è subito scusata ma ha preso le distanze: “Mi vergogno tantissimo, hanno tutti ragione, né io né la produzione sapevamo niente di questo annuncio. Lo ripeto: mi vergogno e questa è l’unica cosa che posso dire”. Le scuse sono arrivate anche dalla Wildside la società di produzione della fiction che tiene a sottolineare come “Il linguaggio gravemente inopportuno e offensivo utilizzato non è stato in alcun modo approvato da noi”.

Tra le reazioni si registra anche quella di Rai Fiction che in una nota “censura con forza la frase comparsa sulla pagina Fb della responsabile casting della società di produzione Wildside” e che esprime vicinanza a coloro i quali si sono sentiti offesi dall’annuncio.