Cell non è che l’ultimo adattamento cinematografico tratto da uno degli autori più saccheggiati della settima arte, ovvero Stephen King. In questo caso si tratta di un romanzo del 2006 che racconta un’apocalisse tecnologica non così inverosimile come si potrebbe pensare inizialmente.

Alla regia della pellicola, che nelle nostre sale uscirà giovedì 14 luglio, troviamo un esperto del genere horror, Tod Williams, che in passato aveva già diretto il secondo capitolo della saga di Paranormal Activity.

La coppia di attori principali replica invece un’altra trasposizione del Re del Brivido, il letterario 1408: nel cast di Cell compaiono infatti nelle vesti di protagonisti sia John Cusack (che ultimamente è comparso in Maps to the Stars e il biopic Love and Mercy) che Samuel L. Jackson (mattatore incontrastato dell’epico Hateful Eight di Quentin Tarantino).

Accanto a loro anche la giovane Isabelle Fuhrman conosciuta grazie alla saga di Hunger Games, dove recitava nei panni di Clove, e nell’horror Orphan.

Ambientato a Boston, il film parte quando all’improvviso i cellulari di tutti il mondo iniziano a squillare nello stesso momento. Un misterioso impulso si impadronisce della volontà  di chi risponde al telefono, trasformandole in creature sanguinarie.

Sono solo in pochi a restare misteriosamente immuni alla più grande epidemia mai rappresentata sullo schermo: tra questi Clay Riddell, un uomo qualunque che per sopravvivere si unisce a un gruppo di sopravvissuti con la speranza di trovare suo figlio.