Esce oggi “Encore un soir”, il nuovo album tutto in francese di Celine Dion sognato col marito René Angelil, scomparso a gennaio.

L’ESTRO DI GOLDMAN

Il progetto prende finalmente vita, l’ennesimo omaggio della cantante all’amore di sempre, nonché manager storico. Il lavoro si avvale della collaborazione di Jean-Jacques Goldman, che ha firmato il singolo omonimo di lancio. Desiderio di lavorare nuovamente con Goldman realizzato dopo 12 anni. Una canzone “su misura”, uscita il 24 maggio, che ha raggiunto le vette di iTunes pure nei mercati non francesi, arrivando al numero 1 in 10 Paesi, nella top 10 in 22 Paesi e nella Top 20 in 27 Paesi. Pezzo in grado di superare i 2 milioni di streams su Spotify che Celine aveva chiesto all’autore-compositore transalpino: “So che hai scritto già tutto per me, ma quello che vivo in questo momento è talmente importante, se tu potessi donarmi un poco della tua magia…”.

GLI AUTORI

Francis Cabrel e Serge Lama sono due degli autori del disco che, per la prima volta insieme, collaborano a una canzone per Celine. E poi Jacques Veneruso, l’uomo più fidato negli ultimi anni, che ha contribuito alle celebri “Je ne vous oublie pas” e “Parler à mon pe’re”. Da lui scritto e composto un brano inedito. Zaho, Florent Mothe e Mutine hanno invece composto quattro brani dal sapore pop. Ulteriore aggiunta Marc Dupré, artista multiplatino che ha collezionato molte hit in Québec. Riguardo ai live, messi a segno due sold-out ad Anversa davanti a 30mila persone e nove date tutte esaurite all’AccorHotel Arena di Parigi, durante le quali si è esibita per 110mila fan, la Dion ha proseguito con i suoi 28 appuntamenti fermandosi a Montréal dal 31 luglio per 10 date, per poi continuare a Quebec City dal 20 agosto (5 concerti) e chiudere a Trois-Riviéres con due live in programma dal 30 agosto.