E’ un fiume in piena Alessandro Cecchi Paone ospite di Giuseppe Cruciani che nel corso della trasmissione radiofonica “la Zanzara” su Radio 24, si è divertito ad apostrofare due personaggi del momento: Matteo Salvini e Mario Adinolfi.

Il divulgatore scientifico televisivo ha detto la sua sulla storia d’amore che in questi giorni impazza sui rotocalchi di gossip ovvero quella tra Elisa Isoardi e il segretario della Lega Nord:

“Sono basito per la relazione fra Salvini e la Isoardi. Un uomo rozzo che non si lava, si veste male, con la barba sempre lunga e l’alito che sa di grappa. Non ce lo vedo con la Isoardi lei è una bella ragazza, una delicatissima. Lui mi ha sempre aggredito in tv, ma di solito quando le persone amano si ammorbidiscono. Se questo è il caso ben venga la Isoardi, altrimenti speriamo che lui non faccia diventare rozza anche lei. Io non andrei con lui nemmeno se fosse l’ultimo uomo sulla terra”.

Il discorso si è poi spostato sul giornalista Mario Adinolfi e sul suo giornale che dirige “La Croce”:

Un ciccione, clerico fascista. Dice cose terrificanti, era anche a quel convegno omofobo col prete pedofilo. In questo caso si dice cherchez l’argent, qualcuno deve aver finanziato quel giornale che fa. Qualcuno in Curia ha bisogno di una fanfara contro il nuovo Papa, che è meraviglioso. Ha addirittura ricevuto un trans in Vaticano. Mica ci saranno dei volontari che sostengono le spese per fare uscire un giornale così”.

Foto: InfoPhoto