La 68esima edizione del Festival di Cannes ha appena aperto i battenti e i primi volti del cinema internazionale iniziano a farsi largo sulla passerella della kermesse. Tra di loro ci sarà anche Cate Blanchett, in gara con la pellicola firmata dal regista Todd Haynes, Carol.

Nella pellicola l’attrice vincitrice di due premi Oscar vestirà i panni di Carol Aird, una donna che scoprirà il proprio orientamento sessuale innamorandosi di una commessa (Rooney Mara): una situazione non del tutto estranea all’attrice.

In un’intervista a Variety fatta prima di partire alla volta della kermesse francese, infatti, l’attrice avrebbe rivelato parte del suo passato bisessuale del tutto sconosciuto fino ad ora. Alla domanda della giornalista in cui le chiedeva se era la prima volta che interpretava un personaggio omosessuale, Cate ha risposto con naturalezza: “in un film o nella vita reale?” rivelando di aver avuto “molte volte” dei rapporti con le donne.

Tuttavia, proprio come per il suo personaggio, Carol, che non ha mai fatto “coming out”, Cate Blanchett non ha mai fatto caso alle etichette per gli orientamenti sessuali: “non ci ho mai pensato” ha detto nell’intervista, “penso che nemmeno Carol l’abbia fatto”.

Nonostante il passato bisessuale la bellissima attrice ora è sposata con Andrew Upton, conosciuto nel 1996 durante uno show australiano e sposato poi nel 1997. L’unione, che tra poco festeggerà i 20 anni – e per questo definita una delle più longeve di Hollywood – ha dato alla luce tre figli, con una recente adozione: Dashiell John, nato nel 2001, Roman Robert, nel 2004, Ignatius Martin nel 2008 e Edith Vivian Patricia, che invece è stata adottata solamente qualche fa.