Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi sono felicissimi di crescere la figlia Maria, che adesso ha tre anni e mezzo. Così come riporta il settimanale “Novella 2000″, la famiglia ha trascorso le vacanze di Natale in Kenya dove ha avuto la possibilità di far visita al “Marafiki“, una struttura che accoglie bambini orfani.

D’altronde il tema dei bambini e della maternità sta molto a cuore alla showgirl che ha voluto parlare della sua personale esperienza al rotocalco di gossip, definendo la sua gravidanza un vero miracolo:

“Non ho mai pensato di privarmi della maternità. Anche se Maria è nata quando avevo 53 anni. Ci ho sempre sperato e la sua nascita penso che sia stato un miracolo. Ho sempre creduto ed ho sempre avuto fede. Da quando è nata Maria sono cambiate molte cose in senso positivo e mi sento di dire che si è avverato un miracolo. La fede mi ha sempre dato molta forza a prescindere dall’esperienza vissuta per la nascita di Maria”.

In verità, Carmen già a 40 anni sognava un bebè ma una serie di complicazioni l’ha costretta a sottoporsi alla fecondazione assistita molto tempo dopo:

Quando sono arrivata ai 40 anni, ho pensato ad avere un figlio. Ho fatto degli esami e ho scoperto che avevo le tube chiuse. Ed è stata necessaria la fecondazione assistita. È un problema comune a tante donne. Ho iniziato un percorso che è stato lungo con momenti di speranza, gioia, ma anche delusione. A Barcellona mi sono rivolta ad un istituto specializzato. Poi sono riuscita. Non ho mai avuto l’ossessione ma ho sofferto molto“.

Adesso lei ed Enzo Paolo sono entusiasti della loro piccola, e l’età non rappresenta assolutamente un problema perchè “un figlio può avere una mamma non più 30enne, ma comunque una mamma o un papà presenti“.