Dopo gli attentati di Parigi sono stati diversi i cantanti che hanno deciso di rimandare o cancellare i propri tour in giro per il mondo in segno di rispetto per le vittime francesi. Carmen Consoli il prossimo 25 novembre avrebbe dovuto suonare proprio a Parigi e  per questo motivo si trovava già in città venerdì scorso.

Sul suo profilo Facebook la cantantessa ha, così, lanciato un lungo sfogo, raccontando quell’esperienza che l’ha segnata nel profondo:

“La musica, l’arte sono espressione di bellezza e fonte di grande felicità. Mi perdonerete, quindi, se in questo momento non riesco a trovare nel mio cuore la gioia che mi ha sempre spinta a suonare. Venerdì ero a Parigi, ho trascorso la serata e la notte rintanata ad ascoltare rumori sinistri salire dalla strada: spari, urla, sirene“.

Pur non essendo stata coinvolta direttamente negli attacchi, l’artista siciliana si è ritrovata perciò ad essere testimone di quei fatti orrendi e perciò ha deciso come molti suoi colleghi di annullare il tour europeo, così come spiega sul social:

“Ho atteso e riflettuto, ma non posso cantare: il canto mi si ferma in gola. Tornerò presto sul palco, ma non ora. Il tour estero dovrà attendere. Scusatemi. À bientôt, Paris”.

Parole forti quelle di Carmen, accolte con affetto soprattutto dai suoi fan francesi che hanno risposto con commenti di incoraggiamento, in attesa di vederla presto sul palco parigino: “Adesso qui abbiamo bisogno di te, come di Bono Vox e tutti gli altri che ritornino a cantare per omaggiare quei 129 e per far ritornare a tutti noi che viviamo qui la speranza di trovare la tranquillità violata e soprattutto a darci coraggio perché qui abbiamo ancora paura e questa città ci chiede solo di non averne. Carmen noi ti aspettiamo presto“; “Ricordati che noi siciliani ci possiamo rompere ma non ci spezziamo mai del tutto completamente. Questa città è stata ferita ma non è morta ed ha bisogno di tutti noi e di tutti quelli come te che ci ricordino che abbiamo il sacro santo diritto di vivere liberi e felici“; “Personalmente credo che l’Arte e la musica non si dovrebbero fermare perché é quello che vogliono loro, ma comprendo il tuo disagio e la tua necessità. A presto“.

La musica, l'arte sono espressione di bellezza e fonte di grande felicità. Mi perdonerete, quindi, se in questo momento…

Posted by Carmen Consoli on Mercoledì 18 novembre 2015