Carlo Conti è stato nominato Direttore Artistico di Radio Rai, l’annuncio è stato fatto dal direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto  nel corso di una conferenza di presentazione di Radio RAI. Campo Dall’Orto ritiene che Conti sia l’uomo capace di gestire e innovare la radio pubblica italiana ricordando che proprio dal mondo radiofonico arriva il conduttore di Rai Uno. Carlo Conti ha dichiarato: “Tutto quello che sono riuscito a fare nella mia vita lo devo al mio primo amore, la radio. Metterò tutto quello che ho imparato al servizio della radio e di chi ci lavora.” 

Il fratello minore di Baudo, come Pippo Nazionale lo ha definito durante il suo 80esimo compleanno ai Wind Music Awards, pare abbia imparato a pieno dal fratello riuscendo a centralizzare sulla sua figura i principali progetti targati Rai: l’onnipresenza baudiana di qualche anno fa si potrebbe riproporre in versione 2.0 con Carlo Conti?

Carlo Conti, in Rai da più di 30, in questo momento ha la direzione artistica del Festival di Sanremo e delle Radio Rai oltre ad essere il conduttore di punta della rete ammiraglia con moltissime prime serate durante la stagione televisiva con Tale e Quale Show, I Migliori Anni, le varie serate evento e i Wind Music Awards.

Il nuovo impegno radiofonico non permetterà più a Conti di condurre anche il quotidiano dell’Eredità che dal prossimo anno sarà affidato a un altro conduttore, forse Frizzi con cui già condivideva il programma ?

Il primo intervento da Direttore Artistico di Radio Rai Conti lo ha fatto su Radio2 a Un giorno da pecora dichiarando: “Farò un po’ meno televisione. È come se avessi incontrato la prima fidanzata, la radio. Io conduttore in radio? Penso di no, faccio già tante cose in tv. Non sono qui per fare il rilancio di Radio Rai, che è già fortissima e potentissima. Ci ho pensato molto e ne abbiamo discusso molto. Mia moglie che dice? Devo ancora dirglielo!”

A conclusione della conferenza il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto ha annunciato che il contratto di Conti con la Rai è stato rinnovato fino al 2019: “Siccome Carlo è molto legato a questa Azienda ho detto: ‘Facciamo una cosa, rinnoviamogli il contratto che scadeva nel 2017′. Adesso scadrà nel giugno 2019. Lo abbiamo allungato di due anni e il Festival di Sanremo è escluso.”