L’attesa è febbrile per lo scontro fratricida fra i supereroi della Marvel, gli Avengers, con due schieramenti a farla da padrone, il Team Captain America da un lato, guidato dal super soldato Steve Rogers (interpretato da Chris Evans) e dal Team Iron Man, guidato da Tony Stark, aka Robert Downey Jr.

Abbiamo incontrato i protagonisti durante l’anteprima europea di Londra. Ecco cosa ci hanno raccontato nella nostra intervista doppia:

È vero che sul set ve le davate di santa ragione?

Chris Evans: assolutamente no! Sarebbe impensabile non andare d’accordo con questo cast eccezionale, sono tutte persone che stimo, con cui lavoro da anni. Spesso e volentieri finivamo a cena insieme al termine delle riprese!

Robert Downey Jr.: vorrei poter dire lo stesso, ma quando mio figlio più piccolo ha cominciato a vestirsi come Captain America avevo solo una gran voglia di picchiare Chris. Poi ho lasciato perdere e siamo andati a cena fuori insieme.

A breve uscirà Suicide Squad, il film Warner basato sui fumetti della DC Comics, che potrebbe sembrare simile, per certi aspetti, agli Avengers. Che ne pensate a riguardo?

CE: Non hanno copiato il nostro lavoro, anche se il collegamento può risultare facile ed immediato.

RDJ: Diciamo che ne riparliamo quando anche loro avranno un Bucky, Il Soldato d’Inverno, come il nostro!

Chris Evans e Robert Downey Jr..

Come definireste in una parola il tuo avversario nel film:

CE: Carismatico.

RDJ: Ubriaco!

Vi schierereste nello stesso team se foste voi a scegliere?

CE: Non condivido in pieno le scelte del mio personaggio, delle volte purtroppo c’è bisogno delle regole da seguire.

RDJ: Ovviamente, che domande!

Chi scegliereste come supereroe per salvare il mondo oggi?

CE: difficile a dirsi, entrambi?

RDJ: Occhio di falco, ogni cinque minuti cambia idea e decide di andare in pensione, è la persona ideale!