Mancano praticamente dieci giorni all’uscita di Captain America Civil War, il cui debutto nelle sale è previsto per il 4 maggio, e come sempre la Marvel – Disney ha organizzato un’imponente campagna pubblicitaria per segnalare l’evento agli appassionati ma sopratutto ai comuni spettatori.

Forse sono proprio questi a essere i più confusi, dato che è da poco uscito anche il titolo di punta della Dc Comics, quel Batman v Superman: Dawn of Justice che ha fatto molto discutere. Tra tanti supereroi che all’improvviso decidono di combattere tra di loro forse è il caso di fare un po’ di chiarezza in merito alla vicenda messa in scena in Captain America Civil War.

Ecco dunque le 5 cose da sapere per arrivare preparati al film (di cui è già disponibile la nostra anteprima).

Fumetto: probabilmente non tutti lo sanno, ma la trama della pellicola in uscita è liberamente tratta dall’omonimo evento crossover creato da Mark Millar, che è stato sviluppato tra il 2006 e il 2007. In questo caso a dare fuoco alle polveri era stata una tragedia che aveva causato la morte di centinaia di persone e nella quale erano coinvolti alcuni superumani. In questo senso Iron Man e Capitan America si mettevano a capo di due fronti favorevoli e contrari rispettivamente all’Atto di Registrazione dei Superumani richiesto di conseguenza dagli Stati Uniti: tra le misure prese c’era la richiesta di controllare le attività dei supereroi e la conoscenza delle loro identità segrete. Nel film questo aspetto rimane, ma la trama prende spunto anche dal tentativo di redimere il Soldato d’Inverno, l’ex migliore amico di Steve Rogers, che si è macchiato di delitti atroci agli ordini dell’Hydra che gli ha fatto il lavaggio del cervello.

Pantera Nera: tra i nuovi personaggi introdotti in Captain America Civil War c’è T’Challa alias Pantera Nera, il monarca di Wakanda, nazione africana tecnologicamente avanzata in quanto unico produttore al mondo di vibranio, materiale fittizio di cui è composto anche lo scudo di Cap. Il suo coinvolgimento nel film – con l’attesa tuta nera dalle sembianze feline e i poteri sovrumani e schierato insieme ad Iron Man – sembra essere causato proprio da un’azione del Soldato d’Inverno, che parrebbe essere il responsabile di una persona a lui cara.

Spider-Man: ma la guest star più attesa è ovviamente il nuovissimo Peter Parker interpretato da Tom Holland. Sull’attore infatti grava il peso della responsabilità dello Spider-Man che per la prima volta è gestito in maniera congiunta da Sony e Marvel. Nel trailer lo abbiamo visto debuttare al fianco di Iron Man, ma non è improbabile un cambiamento di fronte. Il personaggio, proprio come Pantera Nera, avrà poi un film tutto suo dopo il fallimento del reboot dei due Amazing.

La campagna di meme: una delle trovate pubblicitarie migliori per promuovere la pellicola diretta dai fratelli Russo è stato il famoso meme costituito da due immagini di Tony Stark e Steve Rogers con un’espressione conflittuale seguito dal logo del film. Il bello è che chiunque poteva personalizzare la ragione per cui i due avrebbero potuto litigare: si è passati da questioni politiche a quelle culinarie, dalle abitudini quotidiane alle facezie più surreali.

Terza fase dell’Universo Cinematografico Marvel: il film rappresenta un nuovo corso per i cinecomic della Casa delle Idee, in quanto da questo momento in avanti il gruppo degli Avengers si sfalda con nuove alleanze (e siamo curiosi di vedere come si comporteranno gli assenti Thor e Hulk). Il terremoto della Civil War, poi, potrebbe ripercuotersi anche sulle tante serie tv. E non dimentichiamoci che i fratelli Russo sono stati chiamati a dirigere anche la maxi saga in due parti di Avengers: Infinity War, per cui è molto probabile che i semi piantati in Civil War sbocceranno infine nello scontro con il titano folle Thanos.