Dopo l’incredibile entusiasmo con cui ha annunciato a tutta l’Italia l’arrivo in tv di Agon Channel, Antonio Caprarica ha deciso di abbandonare la direzione news del canale 33 del digitale terrestre le cui trasmissioni sono iniziate proprio a dicembre. Dopo solo 15 giorni dalla nascita del nuovo prodotto firmato da Francesco Becchetti che prevede la produzione di format e telegiornali direttamente dall’Albania, lo storico ex giornalista della Rai ha ritirato con effetto immediato la firma da direttore del canale news e approfondimenti.

“Mi sono dimesso per giusta causa per la mancanza assoluta delle strutture e del personale minimi per mandare in onda e confezionare un tg” ha commentato Caprarica, sottolineando che “se questa è la tv del futuro, io non intendo starci. “Mi hanno promesso sul contratto una struttura rispondente agli standard internazionali” ha aggiunto il giornalista “e mi sono ritrovato a montare i servizi nei container, con una redazione di 9 persone che doveva realizzare tutti i tg, due ore di programma del mattino e un’ora di approfondimento serale”. Secondo quanto affermato da Caprarica, infatti, la redazione del settore news sarebbe priva di un producer, un autore e mancherebbe addirittura una segretaria di redazione.

“Il tg non ha uno studio, non dispone di una sola troupe e va chiuso e registrato almeno un’ora e un quarto prima per essere trasmesso a Roma e da lì mandato in onda: spesso con notizie ormai superate. Gli unici materiali filmati sono quelli di agenzia o di YouTube”. Per due settimane il direttore avrebbe realizzato il suo prodotto giornalistico con un solo apparecchio telefonico per tutti e privo di strumenti indispensabili come una semplice stampante definendo il suo operato “un autentico miracolo che non è più possibile sostenere, nemmeno continuando a strizzare i collaboratori come fatto fin qui”. Un duro attacco quello di Caprarica nei confronti di Becchetti e del nuovo Agon Channel che l’ormai ex direttore delle news ha definito “Più che la tv del futuro è la tv delle repliche.

In merito alla comunicazione odierna delle dimissioni di Antonio Caprarica da direttore delle news di Agon Channel non è tardata ad arrivare la risposta dell’editore Francesco Becchetti che dichiara di prendere atto con stupore e sconcerto di tale decisione. “Trovo le dichiarazioni del dottor Caprarica assolutamente inaccettabili e gratuite e la sua decisione illegittima, se non anche strumentale” dichiara Francesco Becchetti. “Non corrisponde al vero che la struttura organizzativa e il personale della redazione giornalistica messi a disposizione del dottor Caprarica siano inadeguati”. Becchetti afferma che ”come editore, ho sempre manifestato la mia disponibilità a discutere eventuali proposte di integrazione delle risorse”. Il fondatore di Agon Channel ha proseguito dicendo che ”le affermazioni che il dottor Caprarica mi attribuisce, totalmente avulse dal contesto, non corrispondono al mio pensiero e sono pretestuosamente collegate all’inaspettata e illegittima decisione assunta dal giornalista. Evidentemente, il dottor Caprarica non ha saputo calarsi nel modello di business di Agon Channel, che punta alla qualità coniugata con l’efficienza. Questa è per noi, oggi, la TV del futuro; forse il dottor Caprarica è rimasto alla TV delle spese fuori controllo e del passato conclude Becchetti.

Foto ufficio stampa