Incredibile come giri il vento della stampa cinematografica: all’annuncio dei film in concorso nella sezione principale di Cannes 2016 aveva fatto scalpore la mancanza di titoli italiani, mentre oggi ci ritroviamo a parlare di ben sei produzioni nostrane a rappresentare il Paese in quel della Croisette.

A dare fiato alle trombe oggi è stata infatti la Quinzaine des Réalisateurs, sezione parallela del Festival di Cannes gestita dalla società che raggruppa i registi francesi. La 48esima edizione della manifestazione ospiterà allora i nuovi film di Paolo Virzì (La pazza gioia), Claudio Giovannesi (Fiore), e di Marco Bellocchio (Fai bei sogni, in apertura ma fuori concorso).

Come già detto sono così sei le pellicole con la maglia azzurra a Cannes: oltre ai tre citati troviamo infatti Pericle il nero di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio, in competizione a Un Certain Regard, e la proiezione speciale fuori concorso del documentario L’ultima spiaggia di Thanos Anastopoulos e Davide Del Degan e infine I tempi felici verranno presto di Alessandro Comodin alla Semaine de la Critique.

Insomma, una vera e propria invasione. Ma torniamo alla Quinzaine. La commedia stralunata di Virzì con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti porterà un po’ di allegria, mentre il più cattedratico Bellocchio presenterà la trasposizione cinematografica del romanzo autobiografico di Massimo Gramellini (con un cast formato da Valerio Mastandrea, Fabrizio Gifuni, Bérénice Bejo e Francesco Scianna, Miriam Leone ed Emmanuelle Devos). Più delicato il terzo film di Giovannesi incentrato su una storia d’amore adolescenziale dietro le sbarre.

Il resto della selezione riserva alcune sorprese anche per i meno cinefili. Vale infatti la pena citare l’atteso film Neruda dell’ormai affermato regista cileno Pablo Larrain. Sempre dallo stesso Paese proviene anche il maestro Alejandro Jodorowsky, ormai apolide, che presenta il suo Poesia sin fin.

Importante anche la presenza di Laura Poitras, che dopo il documentario Citizenfour su e con Edward Snowden ha ora realizzato Risk, incentrato sul caso di Julian Assange e Wikileaks. Chiude poi in bellezza il veterano Paul Schrader che in Dog Eat Dog dirige Nicolas Cage e Willem Dafoe.

Questa la lista completa dei lungometraggi selezionati.

Divines - Houda Benyamina
Dog Eat Dog - Paul Schrader
Fai bei Sogni - Marco Bellocchio
Fiore - Claudio Giovannesi
L’Économie du couple - Joachim Lafosse
L’Effet aquatique - Sólveig Anspach
La Pazza Gioia - Paolo Virzì
Les Vies de Thérèse - Sébastien Lifshitz
Ma vie de courgette - Claude Barras
Mean Dreams - Nathan Morlando
Mercenaire - Sacha Wolff
Neruda - Pablo Larraín
Poesía Sin Fin - Alejandro Jodorowsky
Raman Raghav 2.0 - Anurag Kashyap
Risk - Laura Poitras
Tour de France - Rachid Djaïdani
Two Lovers and a Bear - Kim Nguyen
Wolf and Sheep - Shahrbanoo Sadat