A Cannes 2015 si potrebbe ripresentare la stessa situazione verificatasi nel 2008, quando Paolo Sorrentino e Matteo Garrone si divisero rispettivamente il Premio della Giuria e il Grand Prix Speciale per Il divo e Gomorra.

I due registi italiani, accompagnati da Nanni Moretti e il suo nuovo film Mia madre, già uscito nelle sale italiane, porteranno infatti in concorso Youth – La giovinezza e Il racconto dei raccconti.

Ad annunciarlo oggi durante la torrenziale conferenza stampa di presentazione sono stati il direttore Thierry Frémaux e il Presidente Pierre Lescure, che hanno reso noto il programma della 68° edizione della grande kermesse cinematografica francese, che prenderà il via il 13 maggio e si concluderà il 24.

Come già noto da tempo a svolgere il ruolo di presidenti di giuria del concorso principale in questa annata dedicata a Ingrid Bergman, che compare anche sul poster ufficiale, ci sanno i fratelli Joel e Ethan Coen.

Un altro tocco italiano lo si ritroverà nella sezione Un Certain Regard, di cui l’attrice e regista Isabella Rossellini è stata nominata presidente, grazie alla partecipazione del talentuoso documentarista Roberto Minervini con Louisiana.

Come al solito d’eccezione i film presentati in anteprima fuori concorso: come prevedibile ritroveremo Woody Allen, che porterà il suo Irrational Man con Jaoquin Phoenix e la sua nuova musa Emma Stone; già nota la presenza di Mad Max: Fury Road, mentre l’anticipazione di Inside Out della Pixar non era trapelata.

Da segnalare in concorso anche molti nomi noti agli appassionati del cosiddetto cinema d’autore: i francesi Jacques Audiard, Valerie Donzelli e Maiwenn, gli americani Todd Haynes e Gus Van Sant, il taiwanese Hou Hsiao Hsien, il cinese Jia Zhahng-Ke, il giapponese Hirokazu Kore-Eda, il greco Yorgos Lanthimos e il canadese Denis Villeneuve.

Questa la lista completa dei film in programma divisi per sezioni (manca per ora la Quinzaine des Réalisateurs, di cui si conosce solo il film d’apertura, L’ombre des Femmes di Philippe Garrel e la Semain de la Critique)

Concorso ufficiale

  • Dheepan – Jacques Audiard
  • A Simple Man – Stephane Brize
  • Marguerite and Julien – Valerie Donzelli
  • Il Racconto dei Racconti – Matteo Garrone
  • Carol – Todd Haynes
  • The Assassin – Hou Hsiao Hsien
  • Mountains May Depart – Jia Zhang-Ke
  • Our Little Sister – Hirokazu Kore-Eda
  • Macbeth – Justin Kurzel
  • The Lobster – Yorgos Lanthimos
  • Mon Roi – Maiwenn
  • Mia Madre – Nanni Moretti
  • Son of Saul – Laszlo Nemes
  • Youth – Paolo Sorrentino
  • Louder Than Bombs – Joachim Trier
  • The Sea of Trees – Gus Van Sant
  • Sicario – Denis Villeneuve

Un Certain Regard

  • Fly Away Solo – Neeraj Ghaywan
  • Rams – Grimur Hakonarson
  • Journey to the Shore – Kurosawa Kiyoshi
  • I Am a Soldier – Laurent Larivere
  • The High Sun – Dalibor Matanic
  • Louisiana – Roberto Minervini
  • One Floor Below – Radu Muntean
  • Shameless – Oh Seung-Uk
  • The Chosen Ones – David Pablos
  • Nahid – Ida Panahandeh
  • The Treasure – Corneliu Porumboiu

Proiezioni speciali

  • Oka – Souleymane Cisse
  • A Tale of Love and Darkness – Natalie Portman
  • Hayored Lema’ala – Elad Keidan
  • Amnesia – Barbet Schroeder
  • Panama – Pavel Vuckovic
  • Asphalte – Samuel Benchetrit

Midnight Screenings

  • Office – Hong Won-Chan
  • Amy – Asif Kapadia

Fuori concorso

  • Mad Max: Fury Road – George Miller
  • Irrational Man – Woody Allen
  • Inside Out – Pete Docter e Ronaldo del Carmen
  • Il Piccolo Principe – Mark Osborne