Una realtà non più tanto nascosta, uno spaccato sociale assolutamente attuale e diffuso in tutta Italia come nel resto del mondo: Cam Girl di Mirca Viola porta sul grande schermo il dramma della disoccupazione e l’illusione del facile guadagno sul web grazie alla mercificazione del proprio corpo.

Un fenomeno sempre più diffuso di ragazze della porta accanto che, talvolta in mancanza di reali prospettive economiche, talvolta per puro divertimento e piacere, decidono di entrare nelle case dei clienti attraverso una webcam mostrandosi a perfetti sconosciuti senza veli.

Sinossi: Alice, Rossella e Martina sono ragazze come tante, con i loro sogni e le loro aspirazioni. Le tre, oltre a una solida amicizia, hanno una cosa in comune: fanno le cam girl. In un periodo in cui la crisi ha ridotto i salari e il lavoro fisso sembra una chimera, per tre belle ragazze il modo più semplice e rapido per sbarcare il lunario è mostrarsi nude in webcam. Il guaio è che l’agenzia per la quale lavorano, la Sexycam, accampa scuse per non pagare il dovuto. Quando Alice apprende che lo stage presso l’agenzia pubblicitaria non si trasformerà, come sperato, in un’assunzione, decide che è giunta l’ora di prendere in mano il proprio destino e quello delle sue amiche, anche loro stanche di essere sfruttate per pochi euro. L’idea di Alice è semplice quanto rischiosa: mettersi in proprio per allestire una loro agenzia di cam girl. Alle tre si Gilda, 22enne cameriera del bar dove le ragazze di solito si riuniscono. Per avviare il loro nuovo sito, ‘Cam Together’, Alice si serve dell’aiuto di Giovanni, un abile e scaltro dirigente dell’agenzia pubblicitaria dove anche lei lavorava. Ma l’iniziale euforia è destinata ben presto a spegnersi quando subentrano le prime difficoltà, economiche e sentimentali delle ragazze.

Nel cast Antonia Liskova, Sveva Alviti, Alessia Piovan, Ilaria Capponi e la partecipazione straordinaria di Marco Cocci, Enrico Silvestrin Maria Grazia Cucinotta. La pellicola sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 22 maggio.