Dopo essere stato arrestato per guida in stato di ebbrezza, Buddy Valastro parla per la prima volta della situazione che ha messo in imbarazzo lui e la sua famosa famiglia. Con un post sulla sua fanpage di Facebook il pasticcere più famoso del mondo ha voluto scusarsi con tutti per il comportamento che l’ha messo nei guai lo scorso 13 novembre. Dopo essere stato fermato per un controllo di routine a bordo della sua Corvette gialla all’altezza della Decima Avenue, il Boss delle torte è risultato positivo all’alcol test. Come se non bastasse, Valastro, in evidente stato confusionale, si sarebbe anche rivolto sgarbatamente agli agenti utilizzando la classica frase da film “Lei non sa chi sono io”, mettendosi in cattiva luce agli occhi della polizia e di tutto il suo pubblico.

“Non potete arrestarmi. Io sono il Boss delle torte”: con queste parole riportate dai più famosi tabloid americani che hanno riferito in giornata la notizia dell’arresto di Buddy Valastro, il noto Cake Boss avrebbe tentato infatti di dissuadere gli agenti dal fermarlo in quanto popolare volto della tv mondiale. I fan, però, non sembrano aver apprezzato molto il comportamento di Valastro che, nella serata di ieri, si è pubblicamente scusato con tutti per l’atteggiamento che aveva assunto dopo qualche bicchiere di troppo. Il proprietario della pasticceria Carlo’s non solo ha voluto ringraziare chi lo ha sostenuto in questi giorni difficili per lui e per la sua famiglia, ma ha condiviso anche un pensiero profondo che vuole essere da monito per tutti: “Ho imparato una lezione importante, se hai bevuto anche un solo drink, non dovresti assolutamente metterti alla guida“. Consapevole del fatto di aver messo a rischio la sua vita e quella di chi, in quel momento, si trovava sulla sua strada, Buddy Valastro ha anche dichiarato: “Non mi metterò mai più alla guida di un’auto se avrò bevuto”. Ecco le sue parole.

Leggi anche:

Buddy Valastro: arrestato per guida in stato di ebbrezza

Foto ufficio stampa