Da una settimana a questa parte Vittorio Sgarbi sembra essere tornato in auge grazie alla sua originale “Missione Monna Lisa“. Tutto era partito con un video pubblicando su Facebook in cui annunciava che avrebbe riportato in patria il famoso dipinto di Leonardo Da Vinci, ora conservato al Museo del Louvre di Parigi.

A quello erano seguiti altri filmati in cui, con la sua solita verve ironica, si mostrava in viaggio verso la Francia, fino al sorprendente video finale in cui il critico d’arte svela la realtà dei fatti: la sua era una semplice trovata pubblicitaria per sponsorizzare due automobili Citroen, appartenenti ad una serie speciale chiamata appunto “Monna Lisa”. Pubblicità a parte, oggi Sgarbi è stato protagonista di una brutta caduta che, per fortuna, non gli ha causato niente grave. Il critico d’arte è stato fotografato in piazzetta Sant’Eustachio, a Roma, con una borsa del ghiaccio sul volto. Tutto perchè, mentre usciva di casa con un libro sotto al braccio, è scivolato battendo l’occhio così come lui stesso ha raccontato:

“Sono scivolato e ho picchiato la faccia sotto l’occhio sinistro. Colpa del libro, scherzo da preti. Ma niente di rotto, è andata bene”.

Il libro incriminato è “La collezione della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon” ma, fortunatamente, non ha arrecato danni al povero Vittorio.