Il giudice di MasterChef Italia Bruno Barbieri è stato vittima di una truffa on line: allo chef sono stati estorti 30 mila euro dal suo conto in banca con una falsa mail. La truffa al cuoco bolognese è stata scoperta dal pm di Torino Andrea Paladino che ha disposto l’arresto per riciclaggio di una donna 33enne nigeriana.

Bruno Barbieri ha l’abitudine di disporre bonifici alla direttrice della sua filiale con stringate email dove indica solo il conto e il beneficiario. Così, durante il mese di Febbraio, la direttrice della filiale dove c’è il conto di Barbieri riceve una mail con la richiesta di effettuare un bonifico da 30 mila euro sul conto di una ragazza nigeriana e dispone il pagamento senza problemi.

Dopo poco tempo arriva una nuova mail per un bonifico, sempre allo stesso destinatario, da 40 mila euro accompagnata dal testo “Sono fuori città per problemi famigliari”: nasce così il sospetto della direttrice che contatta il cuoco. Bruno Barbieri alla telefonata della direttrice rimane sconvolto e dice “Non avevo mai inviato quella email. Qualcuno è riuscito ad hackerare il mio indirizzo di posta elettronica, è vero però che ho l’abitudine di disporre così i miei bonifici”. La nigeriana nel frattempo aveva prelevato da sette operazioni bancomat la prima tranche di soldi.

Rintracciare la donna è stato facile per gli inquirenti, visto che aveva dato le sue generalità nella disposizione di bonifico. La donna nigeriana è stata così rintracciata a Londra, è scattato l’arresto con l’accusa di riciclaggio, cioè aver prelevato denaro ottenuto illecitamente: il pm Padalino infatti non è certo che sia stata lei a fare la truffa. L’ipotesi è che dietro l’operazione ci sia un gruppo di esperti informatici legati alla criminalità nigeriana e che la ragazza sia solo il terminale della truffa.