Che successo Bridget Jones! Beh, in realtà dopo i primi due capitoli riguardanti il personaggio creato dalla penna di Helen Fielding e poi trasportato sul grande schermo per volere della Universal Pictures sempre dalla Fielding con la complice regia di Sharon Maguire prima e Beeban Kidron poi, “Il diario di Bridget Jones” (2001) e “Che pasticcio Bridget Jones!” (2004), c’era stato un po’ di silenzio durato una decina d’anni ma la figura di sfigata più amata del cinema al femminile sta per tornare. B

Pare infatti che siano iniziate in gran segreto le riprese del terzo capitolo della saga sulle rocambolesche avventure, romantiche e non, della mitica goffissima Bridget Jones. Secondo la testata inglese Sun il primo ciak sarebbe stato battuto a Dublino sul palco del concerto di Ed Sheeran. In quell’occasione sarebbe stata avvistata una biondissima controfigura di Renée Zellweger (non ancora ufficiale la sua partecipazione a questo terzo episodio della serie, specie dopo le polemiche sorte in seguito al suo nuovo irriconoscibile look) in compagnia di un uomo misterioso. Già si vocifera, a livello di plot,  sul fatto che il nuovo spasimante di Bridget Jones sia un uomo misterioso, forse nerd come lei, che la accompagna ai concerti.

Il terzo film, stando alle indiscrezioni del Sun, avrebbe già un titolo: “Bridget Jones Baby”. Il libro dal quale sarebbe trasposto è “Bridget Jones, un amore di ragazzo”, uscito nel 2013, sulle pagine del quale la Bridget nazionale, vedova dell’amore della sua vita Mark Darcy, intreccia una storia con un ragazzo molto più giovane di lei.

Le fan di Colin Firth però possono starsene tranquille: l’attore inglese avrebbe comunque confermato la partecipazione al film, probabilmente in alcune sequenze di flashback visto che il suo personaggio sarebbe deceduto. In forse, invece, la presenza di Hugh Grant, l’affascinante ex capo (e fidanzato) di Bridget.